Il Togo è il primo paese in Africa in cui viene certificata l'eliminazione della filariasi linfatica come problema di salute pubblica

GSK, Merck Sharp & Dohme (MSD), e il Programma di Donazione Mectizan® (MDP) si congratulano con il presidente Faure Gnassingbé, il governo e il popolo del Togo per essere il primo paese africano, riconosciuto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, per aver debellato la filariasi linfatica ( LF) come problema di salute pubblica.

La filariasi, comunemente nota come elefantiasi, è una malattia debilitante causata da un parassita trasmesso all'uomo attraverso la puntura di zanzara. Secondo l'OMS, la filariasi è presente in 73 paesi con una stima di 120 milioni di persone infette. A lungo termine, l'infezione cronica può causare danni al sistema linfatico delle persone colpite e causare grave e irreversibile gonfiore ad arti, seno e genitali, provocando disagio estremo e stigmatizzazione sociale.

Nei paesi africani dove la filariasi e un'altra infezione parassitaria denominata "cecità dei fiumi" sono co-endemiche, l'OMS raccomanda la co-somministrazione di due farmaci, albendazolo e ivermectina, ogni anno per almeno sei anni per ridurre il livello di parassiti nelle persone infette e contribuire a spezzare il ciclo di trasmissione fino a quando la malattia non sarà più un problema di salute pubblica.

Una risoluzione OMS per ottenere l'eliminazione della filariasiè stata stabilita dalla cinquantesima Assemblea Mondiale della Sanità a Ginevra nel 1997. Nel 1998, GSK ha annunciato la donazione di albendazolo per l'eliminazione della filariasi e MSD ha ampliato la propria donazione di Mectizan® (ivermectina) attraverso MDP per includere l'eliminazione della filariasi nei paesi in cui la malattia coesiste con la cecità dei fiumi. Dal 1999, GSK ha donato più di 7 miliardi di dosi di albendazolo in tutto il mondo per combattere la filariasi. Dal 1987, MSD ha donato più di 2,5 miliardi di dosi di Mectizan® per controllare ed eliminare la cecità dei fiumi e la filariasi stessa.

L'eliminazione della filariasi in Togo segue i progressi simili in sette paesi (Cambogia, Isole Cook, Isole Maldive, Isole Marshall, Niue, Sri Lanka e Vanuatu) certificati dall'OMS come paesi in cui essa è stata eliminata come problema di salute pubblica. Tredici altri paesi hanno completato con successo i programmi di trattamento su larga scala e sono sotto sorveglianza per dimostrare che l'eradicazione è stata raggiunta. Questo notevole progresso è stato sostenuto da un partenariato pubblico-privato, l'Alleanza globale per l'eliminazione della filariasi linfatica (GAELF), che riunisce le istituzioni accademiche e di ricerca, i paesi endemici, le organizzazioni non governative di sviluppo, i donatori e il settore privato in la lotta contro la filariasi.

Phil Thomson, presidente Global Affairs di GSK ha affermato che "l'eliminazione della filariasi è un risultato fantastico per il Togo e testimonia l'impegno del governo togolese e la dedizione degli operatori sanitari che forniscono trattamenti in prima linea. Siamo impegnati a fare la nostra parte con la donazione di albendazolo per tutto il tempo necessario per replicare questo successo in tutti i paesi endemici, liberando le comunità da questa patologia."

"Noi celebriamo questo importante risultato con la gente del Togo. La Filariasi linfatica è una debilitante, ma evitabile, malattia che colpisce non solo i pazienti e le loro famiglie, ma anche le comunità ei sistemi di assistenza sanitaria", ha detto il dottor Julie L. Gerberding, MS Chief Patient Officer "Lavorando con i nostri partner per quasi due decenni, ci impegniamo per eliminarla in Africa e in Yemen per contribuire a migliorare la vita di decine di milioni di persone."

Il direttore del MDP, dottor Yao Sodahlon, è un togolese esperto in malattie tropicali che ha lavorato a stretto contatto nel corso degli anni con il Ministero della Salute e altri partner per garantire il successo del Togo. "Sono molto orgoglioso che il mio paese abbia raggiunto il traguardo della eliminazione della filariasi. Le congratulazioni vanno ai miei colleghi del Ministero della Salute per il loro impegno nel garantire che i farmaci venissero consegnati con costanza ai milioni di persone a rischio di infezione ogni anno, dal momento che il programma di eliminazione nazionale è iniziato nel 2000. Mi auguro che altri paesi in Africa presto seguiranno il Togo nel raggiungimento di questo obiettivo ", ha affermato.

Il comunicato originale in lingua inglese è pubblicato su GSK.com

Torna alla lista