Leggere per Crescere: Tutti Diversi Tutti Uguali

  • Nasce il primo ebook destinato a operatori scolastici, pediatri (e genitori!) per capire e valutare lo sviluppo psicofisico "unico" di ogni bambino.
  • L'ebook rappresenta il prodotto finale di un percorso di condivisione e sperimentazione che ha coinvolto università, pediatri, docenti ed esperti di psicologia infantile, che ha già riscosso interesse da parte di studiosi e professionisti italiani e stranieri; Leggere per Crescere, programma di responsabilità sociale di GSK, ha finora coinvolto 700.000 famiglie, 12.000 operatori e 71 ospedali su tutto il territorio
  • Ha un sito web dedicato www.leggerepercrescere.it che raccoglie oltre 25.000 utenti registrati alla newsletter periodica e oltre 12.000 accessi solo nell'ultimo mese.
  • Dal giugno 2016 si è aperto all'ecosistema social attraverso 3 canali dedicati:
    • FB
    • Twitter @LxCrescere
    • Youtube

 

Milano, 15 giugno 2017 - "Non c'è nulla che sia più ingiusto quanto far parti uguali fra disuguali". Recita così una delle frasi più note di Don Lorenzo Milani, priore di Barbiana, uno dei "rivoluzionari" della moderna pedagogia e della didattica. Ogni bambino è tremendamente e al contempo splendidamente diverso da un altro, con le sue peculiarità, i suoi pregi e le sue piccole o grandi debolezze.

Ogni momento della giornata, ogni attività del bambino è utile per valutarne la crescita e lo sviluppo. Ma osservarlo quando gioca è tra le chiavi d'accesso fondamentali per poterne scoprire i segreti e soprattutto le enormi potenzialità. Quando tira un carrettino con una cordicella, trasportando un oggetto da un posto all'altro, dimostra di essere capace di identificare un mezzo per raggiungere un fine. Quando schiaccia un tasto per far suonare il suo carillon, vuol dire che ha chiaro il rapporto di causa ed effetto. Quando gioca con una bambola o con un oggetto qualsiasi, fingendo questo o quel comportamento, di solito imitativo dei grandi, dimostra quanto sia creativa la sua immaginazione. Il gioco dei cubi, l'utilizzo di matite e di pastelli, la composizione di puzzle, sono indicativi di una fine motricità. La disponibilità ad ascoltare, a sfogliare libri, a chiedere spiegazioni, rappresentano preziose indicazioni sul suo sviluppo mentale ed emotivo.

Ogni bimbo, quindi, ha delle abilità, che spesso non sappiamo riconoscere e indirizzare al meglio, ma che debbono esprimersi grazie alla cooperazione attiva di chi gli vive accanto, in primo luogo genitori e fratelli, poi gli educatori e il pediatra di famiglia. Sta a loro saper cogliere tutti i diversi aspetti della giornata del bambino, considerando come si comporta a casa, come riposa, come gioca e come vive la scuola, per definire un profilo completo e favorire l'inclusione del piccolo nella vita di ogni giorno.

É questo il percorso che ha portato alla creazione del primo ebook "Tutti Diversi, Tutti Uguali" di Leggere per Crescere, il programma di responsabilità sociale di GSK, attivo dal 2001. L'iniziativa, presentata oggi a Milano, è dedicata agli operatori scolastici e ai pediatri e offre una serie di indicazioni metodologiche per la prevenzione delle disabilità dell'infanzia. In particolare, si è sperimentato un modello di rilevazione di possibili condizioni di bisogno educativo speciale nei servizi educativi 0-6 anni, attraverso la costruzione e l'analisi di "profili di funzionamento" ricavati attraverso l'utilizzo di Check-list ricavate dall'ICF-CY (OMS, 2007). L'iniziativa rappresenta anche un modo per intercettare precocemente non solo i problemi dell'infanzia ma anche i bisogni di supporto delle famiglie, promuovendo l'incontro e la collaborazione con la scuola e il pediatra di famiglia. Scaricare l'ebook è semplicissimo: basta entrare nel sito di Leggere per Crescere alla pagina https://www.leggerepercrescere.it/TDTU/ e cliccare sul link riportato all'interno della pagina inserendo il codice ivi indicato (lpc016).

"Questo ebook rappresenta il coronamento di un percorso che Leggere per Crescere ha sviluppato a partire dal 2013, per accrescere le competenze degli operatori impegnati nell'educazione dei bambini in età prescolare, promuovendo il riconoscimento tempestivo, nonché la presa in carico precoce, delle condizioni di bisogno educativo speciale che sempre più diffusamente e precocemente colpiscono l'infanzia, - spiega Angelo Lascioli, Professore associato di Pedagogia speciale, Università di Verona, responsabile scientifico del progetto -. La sperimentazione realizzata nell'ambito del progetto "Tutti Diversi Tutti Uguali", può rappresentare un modello di prevenzione delle disabilità a partire dall'infanzia, con un'alleanza tra servizi per l'infanzia, famiglie e pediatri di famiglia che vede nel pediatra di famiglia in particolare il "fulcro" di un sistema di prevenzione aperto al territorio e ai servizi socio-sanitari che operano al suo interno. Nel sistema di rete, nell'ottica di questo progetto, la scuola assume un ruolo decisivo in quanto istituzione in prima linea sul fronte dell'inclusione di ogni bambino e bambina, anche di quelli considerati più "difficili" e l'ebook è il modo con cui Leggere per Crescere contribuisce, proprio a fianco della scuola, a rispondere alla sfida dell'inclusione.

"Il mondo scolastico deve essere in grado di poter offrire ad ogni bambino un percorso che sia rispettoso delle sue potenzialità e dei suoi bisogni - commenta Cristina Servidio, insegnante della Scuola dell'infanzia di San Vito di Cerea-Verona-. Fin dall'inizio di questo progetto ci siamo impegnati per arrivare a strutturare un manuale che si basasse su conoscenze scientifiche e pedagogiche attuali, idoneo a fornire una metodologia di lavoro e strumenti utili per la presa in carico educativa dei bambini in condizioni di bisogno educativo speciale, in linea con gli orientamenti del MIUR in materia di prevenzione e di valutazione (confermati dai recenti decreti attuativi della "Buona Scuola", presentati poche giorni fa)".

Il pediatra rappresenta il terzo pilastro (insieme alla scuola e alla famiglia) di questa alleanza. "Oggi il pediatra di famiglia ha come punto di riferimento nel suo lavoro la definizione dei percorsi di salute del bambino, che deve essere ovviamente unica per ogni bimbo e rispettare le sue specifiche caratteristiche e il suo sviluppo psicofisico - precisa Giampietro Chiamenti, presidente Nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) -. Avere a disposizione un ebook come questo significa per noi poter disporre di metodi di valutazione utilissimi in questa sfida che quotidianamente portiamo avanti nei nostri ambulatori. Per questo in tutti gli studi dei pediatri favoriremo la lettura di questo volume, consigliandola anche ai genitori che potranno così disporre di un testo in grado di aiutarli a scoprire le meravigliose ed uniche potenzialità del loro bambino":

Torna alla lista