Nasce il primo "ecosistema" digitale di GSK Italia: informazione, formazione e scienza a portata di clic su www.gsk-salute.it

Verona, 7 aprile 2017 - A poco più di quindici anni dalla messa online del primo portale per operatori sanitari in Italia, eDott, GSK presenta oggi la versione "3.0" dell'informazione e della formazione via web. Si chiama GSK-Salute.it ed è un ecosistema integrato in rete che raccoglie le fonti informative, i servizi, le opportunità di formazione ed anche gli approfondimenti tematici in specifiche aree di ampio interesse per gli operatori sanitari, come quelle riferite agli antibiotici, alle patologie respiratorie e all'apparato genitale maschile.

L'iniziativa, che assicura la massima fruibilità su tutte le tipologie di device, viene presentata oggi a Milano ed è "figlia" dell'analisi dei bisogni degli operatori stessi. Proprio dai dati di eDott, che oggi aggrega più di 61.000 iscritti, emerge chiaramente come specialisti, medici di medicina generale e farmacisti siano regolarmente online e come più della metà di chi si collega quotidianamente abbia superato i 55 anni, a dimostrazione della pervasività degli strumenti che non vanno considerati pertinenza solamente dei più giovani. Peraltro, le statistiche del sito confermano come smartphone e tablet siano sempre più importanti nella fruizione dei contenuti (un accesso su tre viene da questi dispositivi) e come l'operatore sanitario sia fondamentalmente abitudinario quando trova contenuti di suo interesse, al punto che due "navigatori" su tre ritornano regolarmente sul sito. Tra le curiosità, va detto che la frequentazione del sito non pare limitata alle classiche ore di studio, ma si mantiene pressoché regolare nelle 24 ore, a riprova della costante ricerca di informazioni da parte del medico.

"Siamo partiti da queste e da altre analisi per attivare questo nuovo ecosistema di servizi internet che rappresenta un'innovazione per rispondere ai bisogni del medico, sia esso specialista o meno, in linea con le scelte intraprese negli ultimi anni - spiega Giuseppe Recchia, Direttore Medico e Scientifico di GSK -. GSK-Salute.it è un'altra tappa fondamentale lungo la strada che abbiamo scelto nell'interazione con la classe medica: è un percorso di rigore, trasparenza e sostenibilità, per il quale abbiamo rinunciato ad alcune attività del passato, come l'ospitalità ai congressi, per allargare l'accesso degli operatori sanitari alle informazioni di loro interesse in un sistema che prevede i canali digitali integrati con l'immancabile e puntuale opera dell'informatore scientifico".

La proposta integrata "web-uomo" di GSK appare inoltre in linea con le richieste del mondo sanitario. Se è vero infatti che il 90% dei medici si aggiorna e studia online (Fonte GFK-Eurisko) e che oltre il 70% dei camici bianchi utilizza un dispositivo smartphone (Fonte indagine Centro Studi FIMMG), è anche innegabile che più di otto professionisti su dieci ritengono ancora fondamentale il ruolo dell'informatore scientifico come fonte culturale, da integrare poi con ricerche personali. A sostenerlo è una ricerca condotta dal Centro Studi della Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale (Fimmg). "Pur nell'ambito delle trasformazioni che hanno riguardato le modalità d'informazione e le nuove tecnologie, di cui il medico italiano ha sempre più bisogno, credo occorra sempre considerare che il 95 per cento dei medici ha ancora un contatto regolare con gli informatori scientifici e che l'informazione tradizionale viene considerata un momento importante di formazione per più dell'80 per cento dei sanitari (Fonte indagine Centro Studi FIMMG), - precisa Fiorenzo Corti, Vice segretario nazionale della FIMMG - Questo significa che i dispositivi elettronici debbono essere in grado di offrire risposte rapide ed esaustive, corredate di fonti autorevoli, per le richieste scientifiche e professionali dei medici e degli operatori sanitari, e che si debbono integrare con un'informazione scientifica certificata e trasparente".

Che l'informazione scientifica debba essere certificata, a prescindere dallo strumento utilizzato, emerge anche da un'indagine qualitativa di analisi del "Multichannel Customer Journey" condotta da Educom e Personalive, con il coordinamento di Andrea Boaretto, Founder & CEO Personalive: "Abbiamo verificato in focus specializzati i bisogni informativi e di approfondimento dei medici nell'area delle vaccinazioni e delle malattie respiratorie lungo molteplici punti di contatto fisici e digitali. I "motori" che spingono il medico all'approfondimento scientifico sono sia il classico passaparola con i colleghi e il confronto su forum di settore, ma anche i social network tra professionisti hanno un ruolo importante in questo senso. Sia per l'informazione sui farmaci e sui vaccini che sugli approcci da tenere con i pazienti, oggi i medici a tutte le età approfondiscono le tematiche sia discutendo "inter pares" anche online, sia attraverso la ricerca su portali scientifici. E' dunque fondamentale che le risposte o i chiarimenti siano rapidi, precisi e a portata di mano e fruibili da tutti i device, smartphone in primis".

L'ecosistema GSK-Salute.it rappresenta in questo senso una risposta ottimale per l'aggiornamento scientifico, sia per quantità e qualità di informazioni offerte, sia per modalità di fruizione, attraverso una formula che comprende anche la possibilità per il medico di interagire direttamente con l'informatore, nell'ambito di un'intervista 2.0. Si tratta di una porta aperta al medico, che può anche proporre questioni all'azienda attraverso il servizio "click to chat" e ottenere risposte puntuali (oltre che interagire con tutti i contenuti presenti e disponibili, dagli approfondimenti tematici alla rassegna stampa quotidiana "su misura", dalla possibilità di segnalare dati relativi alla farmacovigilanza fino all'opportunità di seguire percorsi di aggiornamento e convegni in streaming o on demand. Il tutto per 24 ore al giorno. "Per questo il portale GSK-Salute.it è una proposta che i nostri professionisti informatori condivideranno con gli operatori sanitari e alla quale medici e farmacisti potranno accedere in autonomia, negli spazi di tempo che vorranno dedicare all'aggiornamento professionale, attraverso il device più comodo - conclude Recchia - Abbiamo voluto in questo modo porci completamente al servizio dei professionisti della salute, per offrire contenuti che possano essere "vissuti" in qualsiasi momento della giornata. Il nostro messaggio è chiaro: "GSK-Salute.it è sempre con Te".

Torna alla lista