Save The Children

La partnership globale tra GSK e Save the Children mira a combattere malattie facilmente prevenibili, a creare le infrastrutture necessarie per un soddisfacente accesso della popolazione a diagnosi, prevenzione e cura nei PVS.

Ogni partnership in GSK mira a fare la differenza in una Comunità attraverso una serie di azioni dirette e concrete che vanno dalla partecipazione diretta dell'azienda con proprie persone e competenze al finanziamento di attività. Quella con Save the Children non fa eccezione a questa regola, se non per le dimensioni di una collaborazione che esce dai confini nazionali di ogni singolo paese per diventare internazionale, grazie alla presenza capillare sia di Save the Children che di GSK in tutto il mondo.

Sono purtroppo oltre sei milioni i bambini che ogni anno muoiono nel mondo per malattie facilmente prevenibili, sconfitte o tenute a bada facilmente nei paesi dove un migliore sviluppo culturale ed economico ha permesso di creare le infrastrutture necessarie per un soddisfacente accesso della popolazione a diagnosi, prevenzione e cura delle più importanti malattie.

Sono innumerevoli le vite salvabili con interventi solo apparentemente banali, con farmaci e vaccini già disponibili o con altri che possono essere studiati e adattati per un impiego in aree particolarmente disagiate dove la mortalità infantile è un inaccettabile flagello e una realtà quotidiana.

Ma con Save the Children noi pensiamo di poter fare qualcosa e quanto sta accadendo è raccontato in queste pagine dove anche l'Italia, come tutti gli altri, sta facendo la sua parte raccogliendo fondi e sostenendo il proprio partner nel Paese.